Seleziona una pagina

MUSEO CIVICO DELLE CAPPUCCINE

Bagnacavallo_Museo-delle-CappuccineIl Museo Civico Le Cappuccine di Bagnacavallo è situato nell’ex convento delle suore Cappuccine che ospita al suo interno: la Biblioteca “G. Taroni” con l’Archivio Storico, la Pinacoteca Antica e Moderna e il Gabinetto delle stampe antiche e moderne.

Le opere d’arte e, in genere, i pezzi che costituiscono le varie raccolte hanno provenienze diverse. I nuclei più consistenti sono quelli provenienti dal patrimonio delle Opere Pie Raggruppate, dalle chiese chiuse al culto o distrutte e da donazioni private.

All’interno del Museo si trovano le seguenti sezioni:

Pinacoteca antica e moderna presenta una collezione di opere antiche suddivisa in diverse sezioni: la sezione di arte antica, con opere datate fra il XV e il XVIII secolo e concentrate nel prestigioso spazio della Sala delle Capriate. La sezione di arte moderna, invece, comprende oltre a dipinti di una cinquantina di artisti nazionali, anche l’archivio Enzo Morelli ed, infine, una sezione dedicata ad opere scultoree sempre di autori italiani. Tra i dipinti della sezione antica ricordiamo tra i più significativi la pala d’altare di Bartolomeo Ramenghi e dello stesso pittore lo “Sposalizio mistico di Santa Caterina”; mentre del figlio, Giovan Battista Ramenghi, è la “Sacra Conversazione coi santi Domenico e Caterina da Siena”.

Gabinetto delle stampe antiche e moderne che unisce la ricchezza del Fondo Storico annesso alla Biblioteca Comunale a un’altra preziosa e consistente donazione lasciata al Centro Culturale nel 1986 da Emilio Ferroni, collezionista parmense di origini bagnacavallesi. Il Fondo delle Stampe Antiche comprende più di 1.000 fogli tra i quali opere di incisori famosi quali Dürer, Stefano della Bella, William Hogarth, Jean George Willie, Charles Clement Bervic ed altri, mentre il Gabinetto delle Stampe Moderne comprende 12.000 fogli acquisiti per donazione dei singoli autori, che è possibile consultare online grazie al progetto Repertorio Digitale dell’Incisione Italiana Contemporanea, uno strumento che si prefigge lo scopo di offrire al pubblico uno spaccato il più possibile completo e rappresentativo dell’incisione contemporanea in Italia. Legato al Gabinetto delle Stampe esiste anche un piccolo Laboratorio Calcografico, dedicato ad Armando Donna, maestro piemontese che ha donato al Centro Culturale il torchio, gli strumenti ed altri cimeli.

Informazioni utili

Indirizzo: Via Vittorio Veneto 1/a – 48012 Bagnacavallo (RA)
Telefono: 0545 280911 – 280913
Fax: 0545 280921
E-mail: centroculturale@comune.bagnacavallo.ra.it
Sito Web: http://www.museocivicobagnacavallo.it/

Come arrivare
Dall’uscita Bagnacavallo dall’A14bis, prendere la prima uscita alla rotonda in direzione Bagnacavallo. Dopo il passaggio a livello, all’incrocio con la SP253 svoltare a destra e poi a sinistra, immettendosi in via Fratelli Bedeschi. Proseguire sempre dritto fino al semaforo. Svoltare a destra in Via Garibaldi e prendere la seconda sulla sinistra, Via Vittorio Veneto. Parcheggio antistante e lungo via Fossa (di fronte a Via Vittorio Veneto). Accessibile ai diversamente abili. Mappa e altre info.

Giorni e orari di apertura
martedì e mercoledì, ore 15.00-18.00;
giovedì, ore 10.00-12.00 | 15.00-18.00;
venerdì, sabato e domenica, ore 10.00-12.00 | 15.00-19.00.
Possibilità di aperture su prenotazione per gruppi o scolaresche il lunedì, martedì e mercoledì mattina ore 10.00-12.00.

Giorni di chiusura
Lunedì e postfestivi. Si consiglia comunque di verificare le aperture in occasione delle festività
Chiusura estiva dal 9 agosto al 3 settembre 2021. 

Prezzo
ingresso gratuito

(Aggiornato al 31/07/2021)

logo bassa romagna mia

Sito ufficiale di informazione turistica dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Piazza della Libertà, 13
48012 Bagnacavallo (RA)
Tel. +39 0545 280898
turismo@unione.labassaromagna.it

P.IVA e Cod. Fiscale 02291370399
P.E.C. pg.unione.labassaromagna.it@legalmail.it