Seleziona una pagina

MASSA LOMBARDA

Le sue origini derivano da un agglomerato agricolo ai margini della selva di Lugo.

Si chiamava Massa San Paolo prima del 1251, quando vi si rifugiarono numerose famiglie provenienti dai territori di Brescia e di Mantova per sfuggire alle vessazioni di Ezzelino da Romano e, da allora, assume il nome di Massa Lombarda. Determinanti per lo sviluppo economico della città furono gli ultimi anni dell’800 ed i primi del 1900: furono bonificate le zone paludose, si impiantarono frutteti e la coltura della barbabietola da zucchero, vennero costruiti i magazzini ortofrutticoli e lo zuccherificio e si instaurarono scambi commerciali con l’estero.

Nel 1927 Massa Lombarda fu sede della II Esposizione Nazionale di Frutticoltura che la consacrò capitale italiana della frutta. Dedicato alla frutticoltura è il Museo Adolfo Bonvicini, in una casa colonica alle porte della città, con una sezione sul lavoro e la vita quotidiana dei contadini e una sezione che illustra l’evoluzione delle tecniche di coltivazione della frutta. Nei pressi del museo il neoclassico Santuario della Beata Vergine della Consolazione, costruito tra il 1749 e il 1813. Sul corso principale si affacciano la chiesa di San Salvatore (della fine del Settecento) e la Chiesa di Santa Maria del Carmine, del XVII secolo, con annesso convento e chiostro, sede di importanti manifestazioni culturali. A Cosimo Morelli si deve la progettazione del Municipio e della settecentesca Torre dell’orologio.

All’estremità dell’abitato, si trova la cinquecentesca Parrocchiale di San Paolo, con pregevoli tele e un bel coro ligneo settecentesco. Il Museo Civico Carlo Venturini conserva nell’annessa pinacoteca opere del Garofalo, del Bastianino, di Giambattista Bassi, Giuseppe Caletti e altri. La biblioteca “Carlo Venturini” conserva un prezioso fondo antico con circa 8.000 volumi. Fra i luoghi di culto più antichi di Massa Lombarda va ricordato il Santuario della Madonna del Trebeghino, detta dell’Oppio (probabilmente del ‘600).

 

Per ulteriori informazioni consulta il capitolo su Massa Lombarda di “Terra del Benvivere – Guida turistica dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna!” (pubblicato nel 2010)

COME CONTATTARCI

Ufficio informazioni turistiche

Indirizzo: Via Saffi, 2 48024 Massa Lombarda (RA)
Tel: 0545 985890 – 985852
Fax: 0545 985888
E-mail: urp@comune.massalombarda.ra.it
Sito internet: http://www.comune.massalombarda.ra.it

COME ARRIVARE

Massa Lombarda

Auto
Massa Lombarda, in provincia di Ravenna, dista 34 chilometri dal capoluogo, 50 chilometri da Bologna, 59 chilometri da Ferrara. Le uscite autostradali sono: Imola sull’autostrada A14 (km 17) e Lugo, sull’autostrada A14dir (km 20). La città è posta sulla strada provinciale 253 San Vitale (che congiunge Bologna a Ravenna).

Autobus
http://www.startromagna.it/
https://www.tper.it/

Treno

Massa Lombarda si trova sulla linea ferroviaria Ferrara/Faenza
Info: www.trenitalia.com

Aereo
Aeroporto di Bologna (km 55)
Info: www.bologna-airport.it
Aeroporto di Rimini (km 75)
Info: www.riminiairport.com 

logo bassa romagna mia

Sito ufficiale di informazione turistica dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Piazza della Libertà, 13
48012 Bagnacavallo (RA)
Tel. +39 0545 280898
turismo@unione.labassaromagna.it

P.IVA e Cod. Fiscale 02291370399
P.E.C. pg.unione.labassaromagna.it@legalmail.it